SE SON NARCISI… SFIORIRANNO

(14 recensioni dei clienti)

5.90

Illustrazioni: Marco Rinicella – Copertina: Marco Castagnetta

Da un’idea di Roberta Provito e dalla penna di Simona Zarcone nasce un racconto brillante, scritto in modo ironico e leggero, che invita tutti noi a riflettere sulla violenza di genere nel nostro Paese. In questo caso, però, non si tratta di una violenza fisica, bensì psicologica (quella più subdola e meno denunciata) con l’intento di sensibilizzare i lettori su questa tematica così attuale e raccogliere i fondi da devolvere alle associazioni che si occupano delle donne vittime di soprusi.

Descrizione

Durante l’emergenza Covid-19 sono aumentate le richieste di aiuto al “telefono rosa”: dall’inizio del 2020, infatti, si sono contate più di 35 vittime di femminicidio in Italia. Un dato allarmante a cui i media, impegnati giustamente sul fronte della pandemia, non hanno dedicato sufficiente spazio ma che, ugualmente, non è sfuggito all’interesse di due donne (Roberta Provito e Simona Zarcone) che durante il “lockdown”  hanno pensato bene di promuovere un gesto concreto per focalizzare l’attenzione sul problema della violenza psicologica (Testo tratto dalla Prefazione al libro: “Se son narcisi…sfioriranno“).

14 recensioni per SE SON NARCISI… SFIORIRANNO

  1. Annabell

    Trasformare un dolore in azione solidale verso le vittime di violenza; usare l’ironia come strumento comunicativo per combattere il dolore. Brave l’ideatrice e l’autrice

  2. Alessandro P.

    Credo che sia un libro molto utile e interessante per tutti, che tratta un argomento molto attuale sulla violenza nelle sue diverse sfaccettature fisiche e psicologiche.
    Finalmente molti hanno deciso di denunciare e di rivolgersi ai centri idonei per potere risolvere le diverse situazioni.
    Quindi consiglio la lettura di questo testo che mette in chiave ironica la problematica sulla violenza.

  3. Alessandro

    Un viaggio nell’anima di una donna molto ironica e irriverente e che si lecca le ferita fatte da una relazione con un narcisista perverso !
    Bellissimo libro .

  4. Simona

    Un racconto che con ironia mette in evidenza la fragilità ma nello stesso tempo la forza di noi donne! I personaggi sono davvero uno spicchio della nostra società, in ognuno di essi riconosciamo qualcuno che senz’altro ognuno di noi ha incontrato nel corso delle nostre esperienze.

  5. Red Angel

    Consiglio vivamente questo piccolo gioiello. Si legge in un soffio e mi ha piacevolmente sorpreso per la sua ironia e per il suo messaggio.
    Cosa si nasconde dietro una bellissima e tanto attesa promessa d’amore?
    A volte il ristoro che abbiamo tanto cercato. Altre volte una blatta.
    Ed è proprio il disgusto generato dall’amara scoperta a squarciare l’ennesimo velo di ipocrisia che ha saputo bendare abilmente gli occhi di chi ha voluto credere all’incredibile.
    Una nuova consapevolezza trova spazio dentro ognuno di noi: quella di essere inguaribilmente affetti da entomofobia. E proprio per questo di essere salvi.

  6. Red Angel

    Cosa si nasconde dietro una bellissima e tanto attesa promessa d’amore? A volte il ristoro che abbiamo tanto cercato. Altre volte una blatta.
    Ed è proprio il disgusto generato dall’amara scoperta a squarciare l’ennesimo velo di ipocrisia che ha saputo bendare abilmente gli occhi di chi ha voluto credere all’incredibile.
    Una nuova consapevolezza trova spazio dentro ognuno di noi: quella di essere inguaribilmente affetti da entomofobia. E proprio per questo di essere salvi.

  7. AP Photo

    La lettura de “Se son narcisi…sfioriranno”, mi ha piacevolmente impressionato.
    La chiave volutamente ironica, sdrammatizza ciò che è il vero contenuto del messaggio.
    L’affliggersi, di essere stata ingannata, di averci creduto, dell’essere stata ammaliata dagli abili gesti di un prestigiatore.
    Il racconto è un grido soffocato con una mano davanti la bocca, come solo una donna sa fare, con la sua fragilità, dignità e forza.
    Un viaggio tra i ricordi e le esperienze dell’ ideatrice, una confessione di cuore e di anima, ben organizzato e rifinito dall’autrice.

  8. Gipo Anfosso

    Il libro è molto bello, riesce a spaziare lungo diversi registri linguistici con disinvoltura, riesce a raccontare un dramma senza cadere nel vittimismo e nel compiacimento, riesce a documentare con poche pagine quasi da saggistica, riesce a far ridere. Se non bastasse questo, riesce anche, come hanno già detto, a trasformare il dolore in azione solidale.
    Mi aspetto un bellissimo monologo teatrale, perché il testo mi sembra già pronto e perfetto per calcare le scene. Quando i teatri riapriranno…

  9. Marzia Caruso

    Bellissimo libro e complimenti all’ideatrice e all’autrice.
    Un racconto ironico che consiglio a tutti di leggere, per ricordare che le donne non si toccano, neanche con un fiore.

  10. Chiara

    Ottimo spunto di riflessione sulla violenza di vario genere. Complimenti ad ideatrice e scrittrice

  11. Elena

    L’ho letto tutto di un fiato… Una storia che coinvolge il lettore e lo guida in un percorso psicologico per niente scontato che permette di capire come anche i comportamenti e le parole possano ferire come la violenza fisica. Un racconto bellissimo e consigliatissimo. Brave tutte!!

  12. Alberto (proprietario verificato)

    Scritto in modo tale da rendere fluida la lettura che scorre veloce, anche grazie all’attrazione esercitata dall’ironia che permea tutto il racconto e che si rivela salvifica. Infatti innesca l’intuizione, direi terapeutica, di trasformare un’esperienza negativa e potenzialmente devastante per la protagonista, in qualcosa di osservabile con il giusto distacco, senza il quale l’ironia stessa non potrebbe esistere. Per i lettori un’opera che sarà spunto di riflessione per molti, aiutando “le vittime” ad affrontare esperienze simili o, meglio ancora, se possibile, ad evitarle (gli indizi del narciso ci sono sempre e leggendo si può imparare a riconoscerli). Riflessione anche per quegli individui che forse non si rendono conto dei danni che possono arrecare con il loro comportamento e che qui hanno la possibilità di vivere la situazione dal punto di vista di una loro vittima; non tutte le vittime infatti hanno la capacità dell’ironia e la forza della protagonista e a volte gli effetti possono essere tragici. Buono anche il proposito di sostenere, con gli incassi, le associazioni che aiutano le donne vittime di soprusi (auspicandomi, ma questo auspicio esula dal libro, che magari un giorno diventino associazioni che aiutano vittime di soprusi tout court, indipendentemente dal fatto che siano donne o uomini). Consigliato a tutti!

  13. Teo

    Un racconto molto emozionante dedicato a chi sa rispettare i sentimenti altrui, a chi riesce a guardare oltre le apparenze e sa condividere con delicatezza le sue umane fragilità.
    Un’iniziativa lodevole devolvere i proventi ai centri antiviolenza verso i quali c’è molto da fare.
    Consigliato!!!

  14. Rosalia Carcagni’

    Utile e dilettevole.Questi sono i due aggettivi che meglio esemplificano dal mio punto di vista l’opera.Piacevolissima la lettura grazie a l’autoironia della protagonista che,tuttavia ci mette in allerta sui vari sintomi di una relazione tossica e deleteria per la nostra persona.Utile quindi, perché da donna mi fa prendere coscienza ,ogni volta che un uomo tenta di minare il mio amor proprio, che l’amore non mortifica con silenzi,con beceri pregiudizi di genere ( dalle sottili battutine sino alle pubbliche umiliazioni) ma rende liberi, ci sostiene nella nostre scelte e non decide mai per noi.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.