BREZI

12.00

“Può la poesia indicare nuove vie?” – La risposta dell’Autore è affermativa: poiché essa ha un ruolo taumaturgico, illuminante, funge da carezza potente, disserra le porte del bello, in tutte le sue forme: sia esso un volto nascosto dietro un burka, un’opera d’arte, una mano, un verso dei Salmi o del Corano. A volte le composizioni si pongono l’obiettivo di disorientare, di creare pezzi surreali, dove emozionarsi, forse annullarsi. L’insieme di questi versi formano una specie di “famiglia”, una “cintura”, da qui il titolo della Raccolta: “BREZI”. Queste poesie vogliono ricomporre un mondo nuovo, dove l’arte -di ogni tipo- signoreggia con disinvoltura e -si spera- si posi con ali leggere sulle menti dei lettori.

Categoria:

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “BREZI”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.