Il regno senza Luna

14.00

Testo tratto da IL REGNO SENZA LUNA

© 2014500g Edizioni – Tutti i diritti riservati.

C’era una volta un RE, sovrano di un regno popolato da soli uccelli. Egli era l’unico uomo di quello strano mondo, ed i suoi sudditi piumati riversavano su di lui il proprio amore, vivendo in docile armonia e premurosa obbedienza. Il RE viveva nel NIDO REALE, un nido bellissimo, che i sudditi avevano costruito per lui, tra i rami della quercia più alta, e da cui era possibile controllare tutto il regno, fino ai suoi confini.

(da “Il Regno senza Luna”, Capitolo I di Florinda Cerrito)

Categoria:

Descrizione

Testi e Illustrazioni: Florinda Cerrito

Un insolito racconto, ambientato in un fantastico regno, popolato da soli uccelli. Un luogo in cui, il popolo alato, per sfuggire dagli orrori causati dagli uomini, era stato confinato dallo “Spirito Alato”, il loro Dio supremo, ma dove, in cambio della protezione eterna, aveva dovuto rinunciare per sempre alla Luna e alla notti da essa illuminate.

Il RE di questo regno è però paradossalmente proprio un uomo, trovato ancora in fasce dalla Regina Cicogna, che lo adottò come suo successore, riconoscendo in lui il predestinato, che secondo un’antica leggenda avrebbe liberato il suo popolo dall’incantesimo delle notti senza Luna. Ma l’arrivo nel regno di un secondo cucciolo d’uomo, una splendida fanciulla, ne sconvolgerà l’esistenza e l’equilibrio.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il regno senza Luna”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *